Sistemi hi-fi con hdmi: guida alla scelta dei modelli e costi

I sistemi hi-fi con HDMI servono per la trasmissione di segnali audio e video HD da una sorgente HDMI a un televisore. Guida alla scelta dei migliori modelli.

Perché scegliere sistemi hi-fi con HDMI

Ci sono quattro usi principali per i sistemi hi-fi con HDMI. Se le sorgenti si trovano in una parte diversa della stanza rispetto al televisore, è possibile inviare il segnale in modalità wireless anziché dover utilizzare cavi lunghi. Ad esempio, attraverso il pavimento, al piano sottostante, lungo i battiscopa. Questa è una situazione particolarmente comune con i proiettori.

Se desideri montare il televisore a parete, devi utilizzare sistemi hi-fi con HDMI con cavi di alimentazione e cavi HDMI. Con la connessione wireless, devi solo accendere la TV. Il segnale proveniente dalle sorgenti viene inviato in modalità wireless al piccolo ricevitore. Nel caso di alcuni modelli, la TV può spesso alimentare questo ricevitore wireless.

Se desideri avere le tue sorgenti e la tua TV in due stanze diverse, la maggior parte delle opzioni disponibili può essere trasmessa senza problemi attraverso i muri.

I sistemi hi-fi con HDMI e i prodotti dual HDMI hanno spesso un’uscita HDMI locale, quindi puoi avere una TV nella stanza delle sorgenti e una seconda TV collegata in modalità wireless. Tuttavia, tieni presente che la comodità ha un costo. La connessione wireless impiegherà sempre alcuni minuti per la sincronizzazione (connessione) e potrebbero potenzialmente o occasionalmente verificarsi interruzioni.

Le soluzioni wireless HDTV

Quasi tutti i sistemi hi-fi con HDMI HDTV wireless trasmettono video fino a 1080p da qualsiasi sorgente HDMI lo invii. Ciò include Blu-ray (2D e 3D), cavo / satellite e sistemi di gioco. La maggior parte trasmetterà anche segnali IR (infrarossi), quindi puoi controllare la sorgente collegata al trasmettitore (come il decoder via cavo) mentre sei nell’altra stanza con la TV.

I prodotti wireless possono gestire tutti gli attuali 720p e 1080p, ma non sono adatti per Ultra HD 4K. Tuttavia, le soluzioni 4K stanno cominciando ad apparire tra i sistemi hi-fi con HDMI. Ci sono due standard principali per la trasmissione wireless dei segnali HDMI.

WHDI, The Wireless Home Digital Interface, opera sulla frequenza più bassa di 5 GHz. Questa è superiore alla maggior parte dei sistemi hi-fi con HDMI, quindi ci sono meno possibilità di interferenze.

È anche abbastanza bassa in frequenza per avere prestazioni decenti attraverso i muri. L’unico svantaggio è che richiede un po’ di compressione del segnale per funzionare correttamente. Non devi preoccuparti perché, a meno che tu non stia utilizzando un grande schermo da una lunga distanza, non noterai alcuna differenza.

WirelessHD funziona alla massima frequenza di 60 GHz. È in grado di trasmettere video HD non compresso, ma a costo di perdere alcune capacità. I dispositivi che utilizzano lo stesso standard di trasmissione wireless funzionano in modo simile tra loro, ma ogni standard ha i suoi punti di forza e di debolezza.

Sistemi hi-fi con HDMI wireless

Ad esempio, i prodotti che funzionano con lo standard WirelessHD sono in grado di trasmettere video non compressi. Tuttavia, funzionano solo quando non ci sono ostacoli tra il trasmettitore e il ricevitore, come i muri. In altre parole, non sono utili se si desidera posizionare il televisore in una stanza diversa dalle sorgenti.

Peggio ancora, molti cabinet bloccherebbero il segnale ad alta frequenza, quindi anche nascondere le sue sorgenti nei mobili non funzionerebbe. I modelli che utilizzano il Wi-Fi sono meno comuni. Tuttavia, ci sono alcuni prodotti che consentono di aggiungere ulteriori ricevitori, quindi più televisori di casa possono utilizzare le stesse sorgenti. Per la maggior parte delle persone questa è una delle scelte migliori.

Esistono anche altre tecnologie wireless che non sono ancora disponibili. Ad esempio, WiGig o Wireless Gigabit ha la larghezza di banda per gestire video 1080p (e qualcos’altro).

Tuttavia, WiGig funziona nella banda a 60 GHz, simile a WirelessHD, quindi probabilmente ha limitazioni simili. Il WiDi di Intel è integrato nei computer notebook e non ha le proprietà dei sistemi hi-fi con HDMI discussi qui. Vale la pena notare che se il tuo laptop ha un’uscita HDMI, puoi utilizzare uno di questi prodotti per inviare contenuti in modalità wireless al display, anche se dovrai connetterti al trasmettitore wireless tramite HDMI.

Il miglior kit digitale HDMI wireless offre la migliore immagine dalle distanze più lunghe. Dispone di due ingressi HDMI e può essere alimentato da un adattatore CA incluso o dalla connessione USB 3.0 della TV (cavi non inclusi). È anche la doppia unità HDMI meno costosa.

Due ingressi HDMI

L’unità base di alcuni sistemi hi-fi con HDMI ha due ingressi HDMI e un’uscita HDMI. Ciò significa che è possibile collegare una TV, uno streamer e sorgenti (ad esempio Blu-ray, decoder via cavo / satellitare) in una stanza mentre si invia in modalità wireless lo stesso segnale a un’altra TV in un’altra parte della casa, fino a circa 30 metri e con Audio 5.1.

L’unità funziona molto bene anche quando il trasmettitore e il ricevitore si trovano su piani separati. Non si verificano nemmeno ritardi video. Ciò vuol dire che i giocatori preoccupati per le loro capacità di concentrazione non dovrebbero impensierirsi troppo del wireless. Probabilmente questi sistemi hi-fi con HDMI aggiungono una piccola frazione di secondo a causa del processo di codifica / decodifica, ma inferiore a quanto può essere rilevato con le normali procedure standard.

Una delle caratteristiche più interessanti dei sistemi hi-fi con HDMI è che l’unità ricevente può essere alimentata tramite una porta USB 3.0 (sarà necessario acquistare il cavo).

Ciò significa che può assorbire energia dalla TV senza cavi aggiuntivi che si collegano a una presa di corrente. Questo lo rende facile da nascondere e un’alternativa efficace per tagliare i buchi nelle pareti per mettere i cavi. Non tutti i televisori hanno USB 3.0 e il ricevitore potrebbe funzionare con una connessione USB più piccola, ma USB 3.0 è meglio. Se la tua TV non ha una porta USB 3.0, i sistemi hi-fi con HDMI sono forniti con un alimentatore. Inoltre, il ricevitore è abbastanza piccolo da poter stare dietro a molti televisori montati a parete.

Sistemi hi-fi con HDMI compatti

I migliori sistemi hi-fi con HDMI sono compatti. A differenza di altri, i più versatili hanno un design orizzontale che può essere utilizzato anche verticalmente, facilitando l’inserimento nel tuo cabinet AV.
Forse il problema più grande con questi prodotti è il prezzo di partenza, anche se ora è stato ridotto di quasi la metà. Come tutte le attuali soluzioni HDTV wireless, i sistemi hi-fi con HDMI spesso non sono perfetti.

A volte si verificano problemi con lo streaming remoto. E, mentre è vero che in una piccola casa si ottiene una qualità decente in qualsiasi punto dell’ambiente, in un grande appartamento potrebbe esserci una notevole diminuzione della qualità dell’immagine rispetto a una connessione cablata alla stessa distanza. Quindi tieni presente che i risultati variano a seconda delle dimensioni e della costruzione della tua casa.

Detto questo, non è giusto aspettarsi che i sistemi hi-fi con HDMI wireless funzionino senza problemi alla distanza massima pubblicizzata, specialmente se ci sono muri sul tragitto.

Su televisori di piccole dimensioni, tuttavia, è improbabile vedere una differenza di qualità dell’immagine anche a lunghe distanze. Nella stessa stanza l’immagine è sempre perfetta.
Si noti inoltre che, mentre alcuni ricevitori possono essere alimentati tramite USB, funzionano spesso solo con USB 3.0 e non vengono forniti con un cavo USB (sarà necessario procurarselo).

Infine, poiché il trasmettitore ha solo due ingressi HDMI, non può essere utilizzato come commutatore HDMI centrale se si dispone di più di due sorgenti HDMI (un ricevitore AV o un commutatore HDMI sarebbe meglio per questo).

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma la tecnologia e l’elettronica sono quelli che preferisco. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
menu
homeaudioehifi.it