Impianto hi-fi migliore: guida ai migliori stereo, impianti hi fi, altoparlanti, cuffie, prezzi, marche, classifiche

Sta diventando sempre più importante avere un buon sistema audio. Sebbene l’immagine non smetta di avanzare con maggiore risoluzione e qualità, sembra che nessuno si ricordi dell’audio. I televisori sono più piatti ma i loro altoparlanti suonano peggio di prima. La soluzione? Comprati un buon sistema Hi-Fi.

Quando hai sentito parlare dell’Hi-Fi , sicuramente ti è sembrato un prodotto di nicchia. Tuttavia, ci sono prodotti di tutti i tipi. Dalle apparecchiature audio per le cuffie, ad esempio, la realtà è diversa. Ed è per questo che abbiamo preparato una guida all’acquisto con tutti i concetti di base che dovresti sapere quando acquisti un dispositivo con queste caratteristiche. Non sai cosa sia? Non preoccuparti, questa guida inizia da zero.

Cos’è un’apparecchiatura audio Hi-Fi?

Un sistema home audio Hi-Fi è, come suggerisce il nome, un dispositivo con il quale possiamo ascoltare il suono nel modo più accurato possibile. Ovvero, apparecchiature dal suono naturale, pulito e con tutti i dettagli con cui è stato originariamente registrato. Che si tratti di altoparlanti o cuffie, sono progettati per far suonare tutto come se fosse stato prodotto.

I sistemi Hi-Fi offrono una gamma dinamica che ci consente di ascoltare tutte le sfumature in modo realistico, sebbene sia presente anche un’attrezzatura specializzata per esaltare determinati suoni: bassi più potenti e più asciutti, note più alte per apprezzare le sfumature delle cantanti femminili.

Sono l’élite delle apparecchiature audio. I migliori dispositivi audio progettati con grande cura, quindi suonano impeccabili. Sono diversi dagli altri e vale la pena investire in loro.

Caratteristiche principali a cui prestare attenzione

Sono disponibili una moltitudine di funzioni diverse per riprodurre la tua musica e ascoltare la radio. Di seguito vengono delineate le caratteristiche principali a cui prestare attenzione. Così puoi essere sicuro (o sicura) di trovare un dispositivo Hi-Fi adatto alle tue esigenze.

Il lettore CD è meno comune di una volta, ma la maggior parte dei sistemi Hi-Fi avrà un lettore CD. E alcuni possono persino contenere fino a 10 dischi contemporaneamente.

Le caratteristiche principali da considerare sono:

  • La memoria interna.
  • Amplificatore.
  • La potenza.
  • Il formato.
  • Il software.
  • Connessioni.
  • DLNA.
  • DAC.
  • Sistemi Hi-Fi di rete.
  • Networking.
  • Supporto audio ad alta definizione.
  • Radio.
  • Cuffie.
  • Telecomando.
  • Tipi.
  • Prezzo.

Memoria interna

Un dispositivo Hi-Fi consente di salvare -anche registrare- musica, video, programmi radio e podcast sull’hard disk.

Se hai una vasta collezione di CD, vale sicuramente la pena considerare un dispositivo con ampia memoria interna, poiché potresti potenzialmente digitalizzare la tua collezione di CD. Ad esempio, un impianto Hi-Fi con 4 GB di memoria interna può salvare circa 600 brani, che puoi poi trasferire su e da un computer, tablet o smartphone.

Amplificazione

Un’unità di cui avrai assolutamente bisogno nel tuo setup è un amplificatore. Questo separato assume il compito di alimentare la tua musica ed è anche dove puoi controllare il volume. Per dirla semplicemente, è il muscolo del tuo sistema.

Ci sono diversi tipi di amplificatori che puoi aggiungere alla tua configurazione Hi-Fi, inclusi finali di potenza, preamplificatori, amplificatori integrati e anche ricevitori. Una volta che il segnale è stato convertito in analogico, deve essere amplificato. Cioè, aggiungi potenza. Un processo che deve essere eseguito correttamente a seconda dell’attrezzatura audio che abbiamo in modo che la traccia non sia distorta. Cioè, il suono non dovrebbe essere sfumato o colorato.

Ma cosa significa colorare il suono? È aggiungiere toniere e dettagli alla traccia audio originale. Suona molto grave in parti dove non dovrebbe? Quindi l’amplificatore non sta facendo bene il suo lavoro. Alcuni produttori lo fanno apposta per aumentare determinati toni, ma l’obiettivo dell’amplificatore è mantenerlo naturale.

Che cosa occorre?

Solitamente occorrono:

  • Amplificatori posteriori (destro e sinistro) più il subwoofer, ovvero 5 altoparlanti e il subwoofer.
  • Per l’Hi-Fi, con suono stereo, la scelta è semplice: c’è l’altoparlante sinistro e l’altoparlante destro. Gli altoparlanti per Hi-Fi sono generalmente identici e intercambiabili.
  • Per l’Home Cinema ci sono gli altoparlanti anteriori (destro e sinistro), l’altoparlante centrale e gli altoparlanti 7.1 che richiedono l’aggiunta di una coppia di altoparlanti laterali.

La potenza

La potenza dell’amplificatore deve essere sufficiente per poter riprodurre i forti aumenti di potenza di alcune colonne sonore del cinema. Più potente è l’amplificatore, più adatto sarà per alimentare altoparlanti a bassa efficienza o per fornire suono in ampi spazi.

La potenza richiesta dipende essenzialmente dalle dimensioni della stanza in cui verrà installato l’home cinema o il dispositivo Hi-Fi, ed eventualmente dal suo isolamento acustico. La potenza espressa in Watt può essere annunciata RMS (effettiva) o DIN (max). Solo la potenza RMS è importante, ma anche due parametri hanno una grande influenza sulla potenza dell’amplificatore: impedenza e distorsione.

Il formato

È un errore pensare che per godere di un buon suono dobbiamo solo acquistare un impianto Hi-Fi. La musica e il suo formato sono importanti.

Ad esempio, se riproduciamo file mp3, non saremo in grado di sfruttare i nostri nuovi altoparlanti. Non perché non siano compatibili, ma perché molte informazioni vengono perse nel file stesso. Quindi dobbiamo cercare musica senza perdite, come solitamente si dice in gergo. Un buon esempio è la musica su CD (originali). Ed è sempre più comune trovare dischi digitali con questo standard di qualità. Perciò ricorda che è essenziale prendersi cura del formato HiFi.

I segnali di ingresso utilizzati per l’Home Cinema sono spesso digitali e contengono molte più informazioni rispetto allo stereo: formato 2.1, 5.1, 6.1 o anche 7.1. Ciò corrisponde a 2, 5, 6 o 7 canali destinati a riprodurre lo spazio sonoro di una sala cinematografica. Un canale aggiuntivo, “.1”, è dedicato esclusivamente alla riproduzione dei bassi (subwoofer).

Formati
  • Il formato 2.1: economico e facile da installare, include due altoparlanti e un subwoofer. Con un ingombro ridotto, i sistemi 2.1 possono sostituire utilmente altoparlanti spesso troppo deboli, integrati nel televisore.
  • Il formato 5.1. È il tipo di installazione più comune oggi: un altoparlante centrale, due altoparlanti anteriori e due altoparlanti posteriori (surround).
  • Il formato 6.1: consente l’aggiunta di un altro altoparlante posizionato nella parte posteriore tra i due altoparlanti effetti posteriori (Surround). Ciò riguarda la decodifica Dolby Digital EX e DTS ES (6.1).
  • Il formato 7.1: consente l’aggiunta di una coppia di altoparlanti che corrisponde alle registrazioni in THX Surround EX. Un amplificatore compatibile 6.1 è teoricamente compatibile 7.1 poiché puoi accoppiare due altoparlanti insieme. Alcuni amplificatori di fascia alta hanno due uscite per una configurazione con 2 scatole. Questa configurazione è utile solo per spazi molto grandi.

Quali formati decodifica?

Ora ci sono una moltitudine di formati che dipendono dalla fonte che utilizzerai: TV HD, DVD o disco Blu-Ray.

Dolby Digital / DTS

I formati Dolby Digital e DTS sono supportati da tutti gli amplificatori. Se la sorgente è solo stereo, gli amplificatori che supportano i formati Dolby Pro Logic II o IIx e DTS NEO possono creare uno spazio sonoro 5 o 6.1 molto realistico.

Dolby Digital Plus

Il Dolby Digital Plus è il formato a 7.1 canali di nuova generazione. Viene utilizzato sui dischi Blu-ray.

Dolby True HD e DTS-HD Master Audio

La decodifica di formati non compressi senza perdita di qualità come Dolby True HD e DTS-HD Master Audio è presente solo su amplificatori di fascia alta.

Hi-Fi e software

Oltre al formato, dobbiamo avere un software compatibile per poter riprodurre questi file audio. Se metteremo la musica da un cellulare, un tablet o un computer, è importante che ci prendiamo cura di questo dettaglio perché la musica deve suonare come nel file.

Connessioni nei sistemi Hi-Fi

Il numero di ingressi è importante per sfruttare i nuovi dispositivi da collegare all’amplificatore mantenendo quelli vecchi. Puoi collegare il tuo proiettore, il tuo lettore Blu-ray, la tua console di gioco, il tuo iPod e, ovviamente… I tuoi altoparlanti!

Porta USB

Una porta USB ti dà la possibilità di collegare una chiavetta USB per riprodurre i tuoi file audio o video salvati, così come potenzialmente registrare musica, video e radio dal tuo Hi-Fi alla chiavetta.

È inoltre possibile collegare dispositivi esterni all’Hi-Fi utilizzando un cavo USB per lo streaming o per caricare un dispositivo come uno smartphone o un tablet. Ed è anche possibile collegare un disco rigido esterno tramite la presa USB.

Porte USB frontali

A differenza degli altoparlanti o di un cavo ausiliario, probabilmente collegherai e scollegherai un’unità USB dall’hub abbastanza regolarmente. Gli ingressi frontali sono molto più facili da accedere rispetto a quelli posteriori.

Ingresso Aux

Come per un ingresso USB, un ingresso ausiliario (aux) da 3,5 mm significa che puoi collegare fisicamente il tuo mini Hi-Fi o Hi-Fi a un altro dispositivo, in modo da poter riprodurre in streaming la musica dai tuoi mini altoparlanti hi-fi.

Altre opzioni di connessione

Bluetooth / NFC (Near-Field Communication)

NFC (Near-Field Communication) consente di sincronizzare facilmente i dispositivi compatibili con l’hub per lo streaming.

Bluetooth e NFC consentono di connettere in modalità wireless il tuo sistema Hi-Fi a qualsiasi dispositivo abilitato Bluetooth o NFC nelle vicinanze. È comodo, poiché non è necessaria una connessione fisica per lo streaming, ma fai attenzione a scaricare la batteria del tuo dispositivo smart.

Connessione ottica

Ci sono sistemi di connessione ottica che offrono connettività senza problemi tra dispositivi come lettori DVD o Bluray e la tua TV. Assicurati di avere abbastanza connessioni pertinenti per i tuoi dispositivi di intrattenimento domestico.

Hi-Fi con Wi-Fi

Gli Hi-Fi con Wi-Fi in grado di accedere alla rete Wi-Fi domestica possono riprodurre musica, radio, podcast e certi modelli video da fonti online, inclusi servizi di streaming come Spotify, BBC iPlayer radio, TuneIn radio e Google Play Music.

Può significare un po’ di configurazione complicata per connettere il tuo dispositivo audio Hi-Fi a Internet, ma dovrai farlo solo una volta.

Cavi

Avrai bisogno di collegare le tue unità, quindi assicurati di esaminare quali cavi acquistare. Cioè, avrai bisogno delle giuste interconnessioni, che sono i cavi che collegano ogni unità insieme. Inoltre avrai anche bisogno di un cavo per altoparlanti, che può essere acquistato a lunghezze pretagliate o misurato alla lunghezza esatta richiesta. Quindi è tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare a divertirti con l’Hi-Fi a casa.

DLNA

I dispositivi che supportano la Digital Living Network Alliance possono comunicare tra loro.

Ciò ti consentirà di riprodurre in streaming l’audio archiviato su un dispositivo di archiviazione collegato alla rete (NAS) o un computer sul tuo PC attraverso una rete domestica.

Il DAC

Il pezzo chiave di qualsiasi apparecchiatura Hi-Fi è ciò che è noto come DAC o convertitore da digitale ad analogico. Un chip che viene inserito nella scheda audio con una funzione fondamentale: convertire il segnale digitale in analogico. È il nucleo responsabile della conversione dell’audio in musica creando un ampio palcoscenico.

Ogni DAC ha un sigillo e un’insegna specifici che è responsabile della traduzione degli zeri e degli uno del file digitale in una rappresentazione fedele sotto forma di onde sonore. Dobbiamo prestare molta attenzione a questo elemento ogni volta che acquistiamo un’apparecchiatura audio poiché, che si tratti di un altoparlante, delle cuffie o anche di un telefono cellulare, è sempre presente.

Sistemi Hi-Fi di rete

Oltre al componente DAC, alcuni audiofili scelgono un lettore multimediale di rete o un ricevitore di rete per riprodurre da una sorgente. Il vantaggio qui è che puoi utilizzare la tua rete locale (LAN) cablata o wireless per impostare lo stereo in una posizione diversa rispetto alla configurazione del computer.

L’opzione del lettore multimediale di rete solleva domande per l’ascoltatore:

  • Quale sarà il tuo server di rete e sai come configurarlo?
  • Useresti un’unità NAS (Network Attached Storage)?
  • Il lettore o il ricevitore multimediale di rete è compatibile con i file nella tua libreria?
  • Se si tratta di un lettore multimediale di rete all-in-one, sei disposto a rinunciare alla personalizzazione con componenti separati per la comodità di un unico prodotto?

I lettori multimediali di rete partono da un prodotto di tipo componente, con un DAC incluso, fino a un ricevitore stereo che è anche un lettore di rete. Poiché alcuni di questi prodotti possono essere dotati di Apple AirPlay e Bluetooth, tieni presente che è davvero la certificazione DLNA che consente alla connettività di riprodurre i tuoi file ad alta risoluzione attraverso la tua rete.

Networking e Hi-Fi

Tutte le unità in rete supportano lo standard wireless a 2,4 GHz adatto per lo streaming. Tuttavia, alcuni supportano il dual-band (5 GHz) che è più veloce e meno congestionato in una casa trafficata con molti dispositivi affamati di Wi-Fi che causano più interferenze con lo standard a 2,4 GHz. Altri hub hanno ingressi Ethernet (LAN).

Entrambe le opzioni Wi-Fi hanno una larghezza di banda sufficiente per lo streaming audio. Ma possono interrompersi quando la rete è estesa su molti dispositivi o se il segnale è debole. Ethernet non è così conveniente, ma non c’è rischio di interruzioni. Se hai intenzione di riprodurre audio in streaming su una rete, Ethernet o dual-band sono le opzioni ideali.

Supporto audio ad alta definizione

I dispositivi Hi-Fi offrono tecnicamente un audio di qualità superiore rispetto al CD (anche se è in discussione se questo si traduca in una differenza udibile). Tuttavia, se sei un audiofilo serio in grado di sentire la differenza di qualità, potresti prendere in considerazione un’unità in grado di riprodurre file audio HD.

Radio e Hi-Fi

La maggior parte dei sistemi Hi-Fi dispone di un sintonizzatore radio FM/AM integrato o di un sintonizzatore DAB. Più del 70% dei sistemi audio Hi-Fi che abbiamo testato ha accesso a entrambi, ma solo il 18% può accedere alla radio su Internet. In generale, i sistemi Hi-Fi abilitati al Wi-Fi e dotati di radio Internet sono più costosi rispetto ai loro omologhi offline.

Cuffie

Non tutti gli impianti Hi-Fi avranno una porta per le cuffie, quindi è importante verificare se prevedi di collegare le cuffie al tuo sistema audio.

Se un sistema Hi-Fi non ha una porta per le cuffie ma è abilitato per Bluetooth, puoi ascoltare in modalità wireless con un paio di cuffie Bluetooth.

Telecomando

Un telecomando ben fatto ti consente di accedere, navigare e controllare l’intero sistema. Le dimensioni, la spaziatura e la leggibilità dei pulsanti sono fattori importanti, in particolare quando si utilizza un telecomando in ambienti con scarsa illuminazione.

Ma a differenza dei sistemi Hi-Fi del passato in cui il telecomando era fondamentale, la maggior parte dei modelli moderni con funzionalità di rete può connettersi a un’app di controllo remoto ufficiale sul tuo smartphone.

Tipi di altoparlanti Hi-Fi

Sistemi Hi-Fi a colonna

I sistemi Hi-Fi a colonna hanno il vantaggio di un ingombro ridotto sul pavimento con possibilità acustiche ad alte prestazioni. E sono facili da posizionare. Grazie al loro grande volume, di solito, consentono una buona base. Inoltre i sistemi Hi-Fi a colonna hanno un ottimo rapporto dimensioni/qualità acustica.

Altoparlanti da scaffale

Gli altoparlanti del tipo da scaffale sono più piccoli degli altoparlanti a colonna. Anche se le loro prestazioni sono ideali quando vengono posizionati su un piede, possono essere posizionati anche sui tuoi mobili come, ad esempio, uno scaffale o una libreria. Sono spesso usati come altoparlanti posteriori in un dispositivo 5.1.

Altoparlanti centrali

Gli altoparlanti centrali sono sistemi tipicamente utilizzati dai sistemi Home Cinema. L’altoparlante centrale completa i canali anteriori sinistro e destro e viene utilizzato per riprodurre tutti i dialoghi.

Sistemi Hi-Fi con controlli frontali

In questo modo è possibile posizionare l’hub su un tavolo, uno scaffale, una scrivania, eccetera. O in un’unità di intrattenimento con ventilazione adeguata. Alcuni modelli posizionano i pulsanti sopra l’hub, lasciando i controlli inaccessibili quando inseriti in un’unità.

È costoso acquistare un’attrezzatura Hi-Fi?

Passiamo ora ad un’altra importante domanda: il prezzo. Quando le persone pensano di acquistare apparecchiature Hi-Fi, di solito pensano a un prezzo molto alto. La realtà è diversa: puoi avere un suono ad alta fedeltà senza acquistare prodotti costosi. Ecco perché è importante effettuare un acquisto documentato e non andare direttamente per quello più costoso. Ed ecco perché abbiamo sviluppato questa guida all’acquisto, per spiegare i concetti di base e per poter scegliere quello che meglio si adatta ai tuoi gusti e preferenze.

Ci sono attrezzature Hi-Fi con tutti i tipi di prezzi, ma ricorda che più costoso non è necessariamente migliore.

Sara Hernandez Diez

Sono spagnola, vivo da un po' in Italia, l'inglese è la mia terza lingua, il mio lavoro è scrivere e tradurre. E io amo il mio lavoro: mi dà da respirare (oltre che da mangiare...). Come obiettivo ho quello non di descrivere un prodotto (Home Audio HiFi) ma di farlo diventare il tuo prodotto.

Back to top
menu
homeaudioehifi.it